La sessione scadrà tra 30 secondi le informaziona che non sono state registrate saranno perse
Volete prolungare la vostra sessione?
Estendere la sessione [30]
PS, PET, PVC, HDPE, PTFE... Quale plastica scegliere per il tuo laboratorio?

Plastiche in laboratorio

I DIVERSI TIPI DI RESINE PLASTICHE

Poliolefine

Sono materiali non tossici e non contaminanti con diversi gradi di resistenza alla rottura.
A temperatura ambiente, sono resistenti a quasi tutte le sostanze chimiche fino a 24 ore (riferimento alle guide di resistenza chimica: scheda DOCS > GUIDE).
Possono essere danneggiati da una lunga esposizione alla luce ultravioletta.

Polietilene ad alta densità (HDPE)

Questa plastica è rigida e traslucida, e anche robusta.

  • Resistenza chimica : da buona a eccellente
  • Uso : bottiglie e flaconi
  • Gamma di temperatura : da -100 °C a +120 °C
  • Autoclavabile : no

Polietilene a bassa densità (LDPE)

Flessibile e traslucido, questo polimero è robusto e praticamente infrangibile.

  • Resistenza chimica : da buona a eccellente
  • Uso : pissette
  • Gamma di temperatura : da -50 °C a +80 °C
  • Autoclavabile : no

Polipropilene (PP)

Di buona resistenza Il polipropilene è traslucido. Stabile nel tempo, è tuttavia fragile a 0°C e può quindi rompersi in caso di caduta.

  • Resistenza chimica : da buona a eccellente
  • Uso : recipienti, matracci e provette
  • Gamma di temperatura : da 0 °C a +135 °C
  • Autoclavabile : sì, a 121 °C

Polimetilpentene (PMP, TPX)

Rigido e di bassa densità, questo polimero ha un'alta trasparenza. Si rompe a temperatura ambiente, quindi può frantumarsi in caso di caduta.

  • Resistenza chimica : da buona a eccellente
  • Uso : becher e provette
  • Gamma di temperatura : da -180 °C a +145 °C
  • Autoclavabile : sì, a 121 °C

Polymères styréniques

Matières amorphes dures, cassantes, fragiles et rigides.

Polistirene (PS)

Trasparente come il vetro, questo polimero è rigido non é tossico.
Si rompe a temperatura ambiente, quindi può frantumarsi se cade.

  • Resistenza chimica : moderata
  • Uso : contenitori di laboratorio monouso
  • Gamma di temperatura : da -40 °C a +90 °C
  • Autoclavabile : no

Stirene-acrilonitrile (SAN)

Questa plastica tecnica è rigida e trasparente.

  • Resistenza chimica : migliorata rispetto al polistirene
  • Uso: becher, matracci volumetrici
  • Gamma di temperatura : da +20 °C a +85 °C
  • Autoclavabile : no

PMMA

Rigido e trasparente, il polimetilmetacrilato è anche resistente ai raggi ultravioletti.

Polimetilmetacrilato acrilico (PMMA)

  • Resistenza chimica : buona
  • Uso : scatole
  • Temperatura : da +20 °C a +145 °C
  • Autoclavabile : no

PVC

Il PVC può essere rigido o flessibile, colorato o no. Ha un'eccellente resistenza agli oli (ma non agli oli essenziali) e una permeabilità molto bassa alla maggior parte dei gas.

Cloruro di polivinile (PVC)

  • Resistenza chimica : moderata
  • Uso : vassoi e serbatoi
  • Gamma di temperatura : da -25 °C a +70 °C
  • Autoclavabile : no



Resine tecniche

Hanno una resistenza e una durata eccezionali, adatte per applicazioni di laboratorio esigenti.

Policarbonato (PC)

Trasparente, solido e rigido, il policarbonato ha un'alta resistenza agli urti. È un materiale ideale per la centrifugazione ad alta velocità.

  • Resistenza chimica : moderata
  • Uso : becher e provette
  • Gamma di temperatura : da -135 °C a +135 °C
  • Autoclavabile : sì, a 121 °C

Polietilene tereftalato (PET)

Trasparente come il vetro, il PET può essere leggermente flessibile a seconda dello spessore delle pareti.

  • Resistenza chimica: moderata
  • Uso: bottiglie
  • Temperatura: da -10 °C a +60 °C
  • Autoclavabile: no, può essere sterilizzato con radiazioni o con prodotti chimici compatibili

Polietilene tereftalato glicosilato (PETG)

Come il PET, il polietilene tereftalato glicosilato è trasparente come il vetro e leggermente flessibile a seconda dello spessore delle pareti.

  • Resistenza chimica: moderata
  • Uso: coltura cellulare, conservazione di campioni biologici; bottiglie, recipienti, beute
  • Gamma di temperatura: da -40 °C a +70 °C
  • Autoclavabile: no, può essere sterilizzato con radiazioni o con prodotti chimici compatibili



Fluoropolimeri

I fluoropolimeri, o fluoropolimeri, offrono una resistenza chimica molto alta.

Politetrafluoroetilene (PTFE)

Il PTFE è opaco e rigido.

  • Resistenza chimica : eccellente
  • Uso : bottiglie, becher
  • Gamma di temperatura : da -200 °C a +260 °C
  • Autoclavabile : sì, a 121 °C

Perfluoroalcossi (PFA)

Il Teflon-PFA è traslucido e leggermente flessibile.

  • Resistenza chimica: eccellente
  • Uso: bottiglie e bechers
  • Gamma di temperatura: da -200 °C a +260 °C
  • Autoclavabile: sì, fino a 121 °C

Etilene propilene fluorato (FEP)

Questo copolimero è traslucido e flessibile.

  • Resistenza chimica : eccellente
  • Uso : bottiglie
  • Gamma di temperatura : da -100 °C a +205 °C
  • Autoclavabile : sì, a 121 °C

CURA E USO

I seguenti dati sono raccomandazioni generali sulla cura e l'uso della plastica in laboratorio. Queste informazioni sono puramente indicative, poiché ogni resina plastica ha le proprie proprietà, contattateci per ulteriori dettagli.

Informazioni generali

I prodotti chimici possono cambiare le caratteristiche della plastica come la resistenza, la superficie, il colore o le dimensioni. È necessario verificare la compatibilità chimica con il polimero utilizzato prima di qualsiasi manipolazione.

Pulizia

Il consumabile da laboratorio in plastica può essere pulito con un detergente non alcalino e un panno morbido o una spugna.
Il polistirolo e il policarbonato sono particolarmente sensibili e più facilmente attaccabili dagli alcali.

Se usate una lavastoviglie, programmate sempre cicli brevi e una temperatura massima di 60°C. Oltre a ciò, laplastica e la precisione e volumetrica dei materiali di consumo graduati potrebbe essere influenzata.

A causa dei limiti di temperatura, il polistirolo, l'acrilico e il policarbonato non devono essere messi in lavastoviglie. Facendo così, la loro forza potrebbe deteriorarsi. Se usate un bagno a ultrasuoni, assicuratevi che i prodotti non siano in contatto diretto con la membrana.

Sterilizzazione

Verificare che la plastica sia autoclavabile e che possa sopportare un'esposizione ripetuta a 121°C.
Si raccomanda un ciclo di 20 minuti a 121°C e 1 bar.
Assicuratevi sempre di svitare i tappi dei flaconi o delle provette prima dell'autoclavaggio. Qualsiasi materiale che ostruisca l'apertura può causare la deformazione o addirittura la distruzione della plastica

Riscaldamento

Non mettere mai la plastica direttamente a contatto con una fiamma o una pistra calda.

Riciclaggio e smaltimento

Il processo di riciclaggio richiede che i prodotti di plastica siano selezionati in base al loro tipo di resina, prima di essere recuperati per essere riciclati in resine che possono essere utilizzate come materia prima per nuovi prodotti.

Come smistare la plastica? Il logo del riciclaggio è lì per aiutarti a differenziare!
Se il prodotto non può essere riciclato, seguire sempre i regolamenti e le leggi per lo smaltimento.
x Chiudere